red-190602oss-cmr_ciclisti-quad1-agg2020-polis

Azioni
Caricamento...

Quaderno CMR: Ciclisti e incidenti stradali

Il  testo Quaderno 1 - Aggiornamento “Ciclisti e incidenti stradali. Analisi e monitoraggio degli incidenti stradali relativi ai ciclisti in Regione Lombardia - anno 2018", a cura del CMR Centro Regionale di Governo e Monitoraggio della Sicurezza Stradale, è stato realizzato da PoliS-Lombardia su incarico della Direzione generale Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione di Regione Lombardia.

Si tratta di un Rapporto tecnico che aggiorna e approfondisce due precedenti edizioni (del 2015 e 2018) della medesima pubblicazione.
Per questo nuovo rapporto, l’ultimo dato di riferimento disponibile è costituito dall’annualità 2018. Nel presente rapporto si è voluto eseguire un’elaborazione dei dati disponibili più recenti (2016, 2017 e 2018), al fine di offrire una descrizione il più aggiornata possibile del fenomeno.

Le principali considerazioni che emergono dall’analisi dell’incidentalità a ciclisti condotta in questo Quaderno, sono:
• Il fenomeno degli incidenti stradali con ciclisti coinvolti in Lombardia continua ad essere particolarmente gravoso: ogni anno si contano più di 4.000 feriti e, nonostante si registri una decrescita del numero di decessi, il relativo valore medio annuo supera i 45 decessi, ben lontano dall’obiettivo del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS). Inoltre, il costo sociale degli incidenti stradali a ciclisti ammonta a circa 290 milioni di € (valore 2018).
• Nel 2018 il numero di ciclisti morti è pari a circa l’8% del totale dei decessi per incidente stradale in Regione Lombardia, mentre a livello nazionale tale rapporto è pari al 6,5%. 
• Il tasso di incidentalità medio per la regione risulta pari a 42,92 incidenti per milione di abitanti, con il valore massimo per la provincia di Cremona (62,40) ed il più basso per la provincia di Como (25,53).
• Mediamente, più del 90% degli incidenti avviene in ambito urbano, anche se il tasso di mortalità è quasi cinque volte superiore nell’ambito extraurbano. Fa eccezione la provincia di Sondrio, in cui il 27% circa degli incidenti avviene in ambito extraurbano.
• Nel triennio in esame, mediamente, la maggior parte degli incidenti con ciclisti coinvolti si distribuisce per il 40% circa in prossimità delle intersezioni stradali e lungo i rettilinei per il 53% circa, superando rispettivamente le 5.000 unità. In altri punti singolari della rete stradale, come in prossimità di curve, dossi e strettoie, si hanno valori molto più bassi.
• Nel 2018 non si è rilevato alcun ciclista morto con età inferiore ai 14 anni, mentre il 27% aveva più di 80 anni.
• Nel 2018 la maggior parte degli incidenti si concentra tra i mesi di maggio e ottobre, con un calo drastico nel mese di agosto che, però, registra un picco di ciclisti morti per incidente stradale.
• Nell’arco della giornata, le ore in cui si concentrano gli incidenti sono durante la mattina, tra le 9 e le 10 e nel pomeriggio, tra le 17 e le 18. Sempre nella fascia pomeridiana, attorno alle 16, si ha il picco di ciclisti morti. 
• Nel 2018 nel 29,42% degli incidenti con ciclista coinvolto, le circostanze relative ad esso indicano che “procedeva con guida distratta”.
• La maggior parte degli incidenti con ciclisti coinvolti avviene in condizioni di pavimentazione buona e segnaletica corretta.



Dirigente responsabile PoliS-Lombardia: Armando De Crinito
Responsabile di progetto PoliS-Lombardia: Federica Ancona
Gruppo di ricerca: in convenzione con  Università degli Studi di Brescia - Giulio Maternini (Responsabile Scientifico), Benedetto Barabino, Stefania Boglietti, Michela Bonera, Ersilia Chiaf, Valentina Martinelli, Roberto Ventura

Gruppo di lavoro Regione Lombardia
Responsabile regionale dell’attività: Fabrizio Cristalli, Cristalli, Direttore Generale Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione
Dirigente responsabile: Gabriella Volpi
Referenti operativi: Bruno Donno, Fiorella Daniele, Marco Menazza

Committente: Regione Lombardia DG Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione
Dati di pubblicazione: Quaderno 1 - aggiornamento, luglio 2020
Codice ricerca: 190602OSS

18/09/2020