red-soc17002-affitto-concordato-polis

Azioni
Caricamento...

Accordi locali sui contratti di affitto a canone concordato (ex l. 431/1998)

Il testo “Accordi locali sui contratti di affitto a canone concordato (ex l. 431/1998)” è un estratto del Rapporto finale del progetto “Supporto all'analisi e allo sviluppo delle politiche abitative: Costo della locazione sociale e Accordi locali sui contratti di affitto a canone concordato (ex l. 431/1998)” condotto da PoliS-Lombardia in collaborazione con il Politecnico di Milano su incarico della DG Politiche sociali, abitative e disabilità.

Il contratto di locazione a canone concordato, in un mercato abitativo fortemente sbilanciato verso la proprietà della casa qual è quello italiano, quindi caratterizzato da canoni di locazione elevati, rappresenta uno strumento in grado di favorire l’accesso e il mantenimento dell’abitazione agli individui e alle famiglie il cui reddito è insufficiente per sopportare l’onere di un mutuo o di un canone di mercato, ma la cui condizione socio-economica non è così debole da consentire l’accesso ad un alloggio a canone sociale (Baldini 2010, Poggio 2018).

Regione Lombardia, nel testo della Legge Regionale n. 16 del 2016 “Disciplina regionale dei servizi abitativi”, ha espresso l’intenzione di promuove “azioni tese ad incentivare l’offerta di alloggi in locazione a canone concordato” (art. 1, c. 7) – inserendo tali azioni fra quelle orientate a sostenere l’accesso ed il mantenimento dell’abitazione (art. 1, c. 4) – e di attuare “iniziative finalizzate al reperimento di alloggi da concedere in locazione a canone concordato, ovvero attraverso la rinegoziazione delle locazioni esistenti” (art. 39, c. 1).

In linea con l’intenzione espressa da Regione Lombardia, la presente ricerca si è posta tre obiettivi:

1. raccogliere e analizzare gli accordi locali che regolano la locazione a canone concordato vigenti sul territorio regionale (capitolo 2);
2. misurare la convenienza economica della locazione a canone concordato rispetto a quella a canone di mercato (capitolo 3);
3. studiare alcune agenzie per la casa attive in Lombardia.(capitolo 4).
Il capitolo 1 illustra l'istituto del "canone concordato" e la sua diffusione. 

Lo studio è stato presentato pubblicamente il 20 giugno 2019 durante il seminario "L'affitto a canone concordato in Lombardia. Analisi e prospettive degli accordi locali" tenutosi a Milano presso Palazzo Pirelli.



PoliS-Lombardia 
Dirigente di riferimento
: Paolo Pinna 
Project Leader: Guido Gay 
Gruppo di ricerca: Alice Boni, PoliS-Lombardia

Regione Lombardia Direzione Generale Politiche sociali, abitative e Disabilità
Dirigente responsabile: Francesco Foti
Gruppo di lavoro tecnico: Paolo Formigoni, Gianluca Genoni, Immacolata Vanacore, Paola Murgia, Giuseppa Tarantello, Marta Brocca, Laura Catacchio

Politecnico di Milano
Responsabile scientifico: Costanzo Ranci
Gruppo di lavoro: Stefania Cerea; Luigi Bernardi

Autore: Stefania Cerea

Committente: Regione Lombardia, DG Politiche sociali, abitative e disabilità

Dati di pubblicazione: rapporto finale, giugno 2019

Codice PoliS-Lombardia: SOC17002

20/06/2019