red-soc17005-servizi-abitativi-polis

Azioni
Caricamento...

Supporto all’analisi delle modalità di attivazione di servizi abitativi sociali, di housing sociale e di welfare abitativo

La ricerca "Supporto all’analisi delle modalità di attivazione di servizi abitativi sociali, di housing sociale e di welfare abitativo" è stata indirizzata a fornire all’Ente Regionale strumenti e modelli da assumere come riferimento per una serie di iniziative in attuazione della Legge 16/2016 con riferimento alla programmazione integrata socio-territoriale delle politiche abitative.

La prima parte del lavoro fornisce un quadro dei dati MEF relativamente al patrimonio pubblico disponibile nei Comuni di Regione Lombardia e al patrimonio immobiliare invenduto. Tale analisi è stata realizzata attraverso una elaborazione delle informazioni contenute nel database relativo patrimonio immobiliare pubblico reso disponibile in formato OpenData dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (OpenData MEF), Dipartimento del Tesoro. Il quadro ricavato dai dati MEF sul patrimonio abitativo inutilizzato è stato integrato con informazioni ricavate da ulteriori banche dati.

Sulla base di quanto rilevato nella prima fase di ricerca, il gruppo di lavoro ha poi realizzato, con l’applicazione di indici multidimensionali, una simulazione di dati che consentisse di giungere al prototipo di una scheda d’ambito quale strumento funzionale alla progettazione e allo sviluppo di sistemi di welfare abitativo. La scheda è concepita come strumento di lavoro da mettere a disposizione degli Ambiti Sociali, per concepire e progettare meccanismi e iniziative di welfare abitativo, intesi come forme di coordinamento e messa a sistema del quadro dei bisogni abitativi e delle opportunità di sviluppo del territorio.

A conclusione della prima parte vengono poi illustrati i dati e le informazioni raccolte in una attività di ricerca quanti-qualitativa realizzata dal gruppo di lavoro su specifica richiesta della committenza regionale: si tratta di una rassegna delle principali misure messe in campo da Regione Lombardia in tema di welfare abitativo per poi esplorare, con diversi stakeholder territoriali (ambiti, Comuni e Aziende Consortili), le modalità con le quali i territori si stanno organizzando nella programmazione delle politiche di welfare abitativo. Segue poi un’analisi compilativa della programmazione zonale 2015-2017 nel tentativo di leggere la programmazione dei Piani di Zona in materia di politiche abitative in ottica comparativa utilizzando dimensioni di analisi volte a valutarne lo sviluppo e la coerenza con le indicazioni oggi promosse dalla Legge 16/2016. Si presentano poi alcuni casi identificati come Best Practice.

La seconda parte del testo illustra l’approfondimento delle caratteristiche e degli aspetti operativi di una possibile iniziativa pilota di Regione Lombardia volta a perseguire la soddisfazione del bisogno abitativo attraverso i meccanismi della rigenerazione urbana, tenendo conto anche dei risultati emersi da un precedente studio -“Modelli e strumenti per favorire la nascita di comunità intelligenti al fine di contribuire alla crescita dell’attrattività e polarità urbana” (SOC16005).

È stato impostato quindi un percorso di lavoro dedicato ad approfondire possibili modelli operativi di riferimento per una call regionale dedicata a supportare progettualità locali in materia di housing sociale, identificando anche qui alcuni esempi particolarmente significativi.

Le conclusioni propongono un modello di intervento capace di incrociare e raccordare in modo virtuoso:

− le aspettative regionali (in più occasioni discusse con i referenti della DG Casa, housing sociale, Expo e internazionalizzazione delle imprese);

− le più significative innovazioni (di processo e di prodotto) sperimentate in circostanze analoghe;

− i requisiti di fattibilità emersi dal confronto con gli attori pubblici e privati;

e che ambisce a costituire (anche se in forma necessariamente ancora di bozza) un canovaccio di riferimento per la stesura della prossima “call” regionale.



Giunta regionale - DG Casa, Housing Sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle Imprese
Dirigente responsabile: Paolo Formigoni
Gruppo di lavoro tecnico: Laura Berardino, Lucilla Ceruti, Stefano Landoni, Nadia Lanese, Lisa Sacchi

PoliS-Lombardia
Dirigente responsabile: Paolo Pinna
Responsabile di progetto: Guido Gay
Gruppo di ricerca: Alice Boni, PoliS-Lombardia; Marcello Balestrieri, IRS; Luigi Bernardi, IRS; Francesco Di Ciò, IRS; Giorgio De Ambrogio, IRS; Giorgio Masellis, IRS; Nicola Contarin, KCity; Paolo Cottino, KCity; Paolo Maneo, KCity; Lorenzo Penatti, KCity.


Committente: Giunta regionale - DG Casa, Housing Sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle Imprese
Dati di pubblicazione: Rapporto finale, aprile 2018
Codice ricerca: SOC17005

 

 

09/01/2019