red-applicazione-modelli-modalita-integrazione-com-societa-multiculturale-polis

Azioni
Caricamento...

Ricerca: Applicazione dei modelli e modalità di integrazione e comunicazione in una società multiculturale

Il progetto preentato in questo Rapporto si pone  in continuità con un percorso intrapreso già in precedenza nella ricerca “Modelli e modalità di interazione e comunicazione in una società multiculturale: l’informazione sanitaria alle comunità migranti” (cod. 2010B033), che era specificamente orientato verso le MGF (mutilazioni genitali femminili).

In questa ulteriore fase di studio ci si è proposti di analizzare il percorso dei migranti in ambito clinico e assistenzialie con particolare attenzione alle problematica delle Mutilazioni Genitali Femminili (MGF) e delle Non-Communicable Diseases (NCD – Malattie Non Trasmissibili) e di costruire del materiale di comunicazione e di sensibilizzazione degli stranieri, in considerazione di quanto sia critico per gli operatori sanitari mettere in atto pratiche di comunicazione efficace con un numero sempre maggiore di utenti migranti; scopo finale del lavoro è stato quello di supportare la DG Salute di Regione Lombardia nella comunicazione sanitaria con i migranti individuando delle linee guida che possano migliorare gli interventi nelle comunità di stranieri anche attraverso l’analisi e il successivo supporto e confronto con altre esperienze di comunicazione, italiane ed europee, che si sono rivelate efficaci in contesti analoghi.

Gli obiettivi generali del progetto possono essere sintetizzati nei seguenti tre punti:

  • Realizzazione di strategie e strumenti operativi per la comunicazione multimediale corredati di linee guida per il miglioramento degli interventi di politica sanitaria presso alcune comunità di stranieri sul tema delle Mutilazioni genitali femminili (MGF) e sulle Non-communicable diseases (NCD); 
  • Valutazione dell’efficacia comunicativa dei prodotti di comunicazione realizzati;
  • Progettazione e assistenza tecnico-scientifica per la realizzazione di percorsi di sensibilizzazione, di informazione e di formazione del mondo sanitario, socio-sanitario e scolastico.

In considerazione dei suddetti obiettivi generali il progetto si è declinato nei seguenti obiettivi specifici:

  • Analisi, verifica e confronto con altre realtà straniere per individuazione di best practices inerente l’aspetto della comunicazione del tema e delle problematiche relative alle Mutilazioni genitali femminili (MGF) e Non-communicable diseases (NCD);
  • Progettazione e realizzazione operativa di strumenti di comunicazione multimediale sul tema delle Mutilazioni genitali femminili e sulle Non-communicable diseases (NCD): Video Spot e Opuscoli Informativi;
  • Progettazione e realizzazione di linee guida con riferimento agli strumenti di comunicazione necessari per il miglioramento degli interventi di politica sanitaria presso alcune comunità di stranieri sul tema delle Mutilazioni genitali femminili e sulle Non-communicable diseases (NCD);
  • Verifica dell’efficacia dei prodotti multimediali realizzati con tecniche di indagine tradizionali e soprattutto con tecniche di indagine neuroscientifica e di biofeedback;
  • Assistenza scientifica e collaborazione tecnica alla realizzazione di percorsi di sensibilizzazione, d’informazione e di formazione degli operatori sanitari attraverso:
    • Progettazione di percorsi formativi coerenti con i dati delle ricerche;
    • Produzione di materiale formativo;
    • Verifica della coerenza e della qualità dei corsi;
    • Analisi scientifica del progetto formativo con costituzione di un Gruppo di Pilotaggio (Board Scientifico di supporto);
    • Collaborazione all’analisi in itinere e finale;
    • Collaborazione alla realizzazione di un Follow Up sull’efficacia dei progetti relativi ai corsi di formazione

 

Responsabile di progetto: Alessandro Colombo Dirigente responsabile, Direttore di funzione specialistica Relazioni esterne e sanità, Éupolis Lombardia

Gruppo di ricerca: Vincenzo Russo (coordinamento scientifico e operativo) Responsabile del progetto, Professore Associato, Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Milano;

Aurelio Angelini (coordinamento area sociologia delle migrazioni) Professore Associato, Università degli Studi di Palermo;

Anna Re Collaboratore esterno, Barbara Ghiringhelli Ricercatore, Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM Milano, Maurizio Mauri Esperto collaboratore presso il Laboratorio di Neuromarketing della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Milano;

Anna Missaglia, Andrea Ciceri, Giulia Songa, Dottorandi presso il Laboratorio di Neuromarketing della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Milano;

Fabiola Sirca, Francesco Onorati, Assegnisti di Ricerca presso il Laboratorio di Neuromarketing della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Milano; -

Anna Prevedini Dottore di Ricerca della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Milano; Davide Moro Dottorando di Ricerca/ Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Milano; Davide Jabes Assegnista di Ricerca, Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Milano; Luca Marzari Collaboratore esterno esperto in tecniche di riconoscimento facciale ed (International Certificate) in Emotional Skills and Competences – Certificate of Training - eMETT 3.0 Expert Level - Gruppo Paul Ekman; Andrea Rigobello Collaboratore esterno per i temi concernenti l’indagine antropologica; Monica Masucci Collaboratore esterno esperto in animazione; Massimo Bustreo Ricercatore, Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM Milano

Gruppo di lavoro tecnico: Maurizio Bersani Direzione generale Salute, Responsabile regionale della ricerca; Giancarlo Fontana Direzione generale Salute

Committente: Regione Lombardia Direzione Generale Salute

Dati di pubblicazione: Rapporto finale, luglio 2014

Codice ricerca: 2011B015

07/09/2018