red-20191014-settimana-protezione-civile-polis

Azioni
Caricamento...
Settimana della protezione civile 2019

Protezione civile: oltre 8000 i volontari formati nell’ultimo biennio

Prevenzione incendi boschivi, rischi idrogeologici e terremoti: si formano alla Scuola superiore di Protezione civile (SSPC) di PoliS-Lombardia i volontari che garantiscono, sia sul territorio regionale sia su quello nazionale, un supporto di alta specializzazione nei casi di calamità naturale.

 

La formazione dei volontari

Nel biennio 2017-2018 sono stati organizzati direttamente o riconosciuti 339 corsi che hanno visto il coinvolgimento di oltre 8.000 volontari. Hanno partecipato prevalentemente a corsi base (48%), a quelli per attività dell’anticendio boschivo (17%), per l’utilizzo di attrezzature e conduzione mezzi (12%), per rischio idrogeologico, attività nautiche e subacquee (11%), per la gestione dell’emergenza (4%). Oltre a corsi specialistici sperimentali (2%), orienteering (2%), formazione per formatori (2%) e per radiocomunicazioni (2%).

 

Nuovo modello formativo

Nel 2019, il Comitato tecnico scientifico della SSPC ha adottato ufficialmente, dopo una completa revisione e semplificazione, la nuova matrice dei corsi, utilizzata per standardizzare tutta l’offerta formativa rivolta al volontariato di Protezione civile.

PoliS-Lombardia ha anche attivato, fin dal 2018, una collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano per riflettere e condividere nuove modalità di insegnamento, sia d’aula sia telematiche.

 

Gli interventi sui territori

 

Nell’ambito degli obiettivi previsti dal Codice della Protezione civile approvato con il d.lgs 1 del 2/1/2018, PoliS-Lombardia organizza e sostiene percorsi formativi direttamente sui territori. D’altra parte, sono oltre 900 i gruppi e le associazioni che operano nelle province lombarde. Sulla base dei dati aggiornati a giugno 2019, il maggior numero è a Brescia (17,36%) seguita da Bergamo (14,67%), Varese (13,10%) e Milano (12,99%).

Nel 2019 sono stati organizzati direttamente da PoliS-Lombardia alcuni specifici corsi di alta specializzazione. Ad esempio, il 19 giugno a Brescia è stato proposto un laboratorio sulla prevenzione e la gestione di eventi sismici per dirigenti, funzionari e tecnici dei Comuni lombardi.

Tra il 13 e il 15 giugno, a Brizio, in provincia di Varese, nell’ambito di uno scenario di incendi boschivi dolosi con evacuazione di animali dalle stalle, un centinaio di volontari, coordinati dalla Provincia di Varese e dalla Comunità Montana Valli del Verbano e Piambello, hanno seguito uno specifico corso proposto dalla scuola di PoliS-Lombardia.

Il 22, 23 e 24 novembre a Milano si svolgerà un momento formativo, in collaborazione con il segretariato regionale del Mibac (Ministero per i beni e le attività culturali), per una cinquantina di volontari impegnati nella salvaguardia dei beni culturali.

 

La Scuola superiore di Protezione civile

L'impegno di Regione Lombardia, attraverso la Scuola superiore di Protezione civile gestita da PoliS-Lombardia, è di erogare formazione tecnico-specialistica e operativa, con standard condivisi e livelli qualitativi elevati. L'obiettivo è supportare le componenti locali del sistema di Protezione civile operanti sul campo, dotandole di strumenti, competenze e conoscenze aggiornate al fine di aumentarne le capacità di intervento.

I destinatari diretti dei corsi di formazione della SSPC (Scuola superiore di protezione civile) sono la pubblica amministrazione e il volontariato di Protezione civile.

La SSPC è stata creata nel 2003 per accrescere la consapevolezza sulla protezione civile e sollecitare, nella comunità locale, una rinnovata coscienza di difesa del territorio, attraverso la realizzazione di percorsi formativi specifici su competenze strutturate secondo gli standard regionali.

Risponde alla richiesta di formazione continua di tutti coloro che sono direttamente coinvolti nel sistema di protezione civile regionale, ossia organizzazioni di volontariato, amministratori, responsabili e tecnici degli Enti locali e professionisti coinvolti nella stesura dei piani di emergenza comunali e nei programmi di previsione e prevenzione provinciali. La SSPC sta assumendo sempre più le caratteristiche di Sistema della formazione, articolato e complesso, che deve risponde ai fabbisogni di diverse categorie di enti e soggetti della Protezione civile.

 

 

Una biblioteca digitale

PoliS-Lombardia cura anche la biblioteca digitale della Protezione civile lombarda, dove sono raccolte diverse tipologie di documenti, da quelli testuali (report, slide, articoli, pubblicazioni), alle gallerie fotografiche e video. Vi è anche una sezione dedicata ai materiali didattici per le scuole. Si può consultare dall’indirizzo: http://digibibliosspc.eupolislombardia.it/ 

14/10/2019