red-190602oss-cmrl-dossier-regionale-ed2020-polis

Azioni
Caricamento...

L’incidentalità sulle strade della Lombardia nel 2019

Scopo del dossier L’incidentalità sulle strade della Lombardia nel 2019 è quello di fornire un quadro degli incidenti stradali con lesioni alle persone avvenuti in Lombardia nel 2019, analizzando l’evoluzione temporale dell’incidentalità e la sua distribuzione sul territorio.

Lo studio approfondisce la situazione della nostra regione sulla base dei dati relativi all'informazione statistica sull’incidentalità stradale, raccolti dall’Istat mediante una rilevazione continua di tutti gli incidenti stradali che hanno causato lesioni alle persone sull’intero territorio nazionale. La rilevazione è il frutto di un'azione congiunta tra una molteplicità di Enti: Istat, ACI, Ministero dell’Interno, dei Trasporti, della Difesa, UPI, ANCI, Polizia stradale, Centri di Monitoraggio Regionale.

Il numero totale di incidenti stradali con lesioni alle persone avvenuti nel 2019 in Lombardia è di 32.560 (in media 89 al giorno). Questi incidenti hanno provocato la morte di 438 persone e il ferimento di altre 44.400.

Paragonando la situazione della Lombardia al territorio nazionale, l’indice di mortalità (morti ogni 100 incidenti) presenta lo stesso andamento in entrambi i territori. In particolare, dal 2001 ad oggi, la mortalità da incidente stradale si è ridotta del 32% in Lombardia e del 27% in Italia. Da sottolineare che la Lombardia presenta valori annui dell’indice di mortalità inferiori rispetto alla media nazionale lungo tutta la serie storica.

Rispetto al 2018, il numero di incidenti stradali risulta stabile in entrambi i territori, così come quello dei feriti. Il numero delle vittime è diminuito del 9,3% (45 morti in meno) in Lombardia e del 4,8% in Italia (meno 161 vittime).

L’andamento dell’indice di lesività è costante nel tempo, con una tendenza alla diminuzione, sia a livello regionale, sia a livello nazionale. Nel 2019, in Lombardia si contano 136,4 feriti ogni 100 incidenti, contro i 141,5 dell’Italia.

Considerando il rapporto tra morti per incidente stradale e il numero di abitanti (tasso di mortalità), la Lombardia presenta un valore inferiore sia alla media nazionale, sia a quella dell’Unione Europea (UE27). Se in Lombardia nel 2019 si contano 43,3 morti per milione di abitanti, in Italia se ne registrano 55,1 e in Unione Europea 52,5.

La Lombardia mostra valori di mortalità da incidente stradale sensibilmente inferiori rispetto alla maggior parte delle altre regioni italiane, collocandosi al terzultimo posto sia per indice di mortalità (1,3 morti ogni 100 incidenti), sia per tasso di mortalità (43,3 morti per milione di abitanti).

 

Lo studio, realizzato a cura del Centro regionale Lombardo di Governo e Monitoraggio della Sicurezza stradale, le cui attività sono affidate a PoliS-Lombardia dalla Direzione generale Sicurezza di Regione Lombardia, è stato presentato, insieme ad altri documenti, tra cui i Dossier provinciali, il 25 novembre 2020 in occasione della 10° Giornata regionale della sicurezza stradale "Mobilità sostenibile e utenza vulnerabile"



Dirigente di riferimento PoliS-Lombardia: Armando De Crinito
Gruppo di ricerca:
Federica Ancona, PoliS-Lombardia; Giulia Mugellini e Stefano Montrasio

Dirigente responsabile Regione Lombardia: Gabriella Volpi
Gruppo di lavoro tecnico Regione Lombardia: Bruno Donno, Fiorella Daniele, Marco Menazza

Committente: Regione Lombardia - Direzione Generale Sicurezza 
Dati di pubblicazione: Dossier CMRL - novembre 2020
Codice attività: 190602OSS

L’incidentalità sulle strade della Lombardia nel 2019

Documento PDF - 740 KB

25/11/2020