red-190706SOC-fattore-famiglia-polis

Azioni
Caricamento...

Ricerca: Studi nell'ambito dell'implementazione del fattore famiglia lombardo di cui alla Legge Regionale n. 10/2017

Il rapporto di ricerca "Studi nell'ambito dell'implementazione del fattore famiglia lombardo di cui alla Legge Regionale n. 10/2017. Analisi e valutazione delle iniziative già in corso e definizione dell’algoritmo e delle aree di applicazione possibili" presenta i risultati ottenuti dall'attività di ricerca, a partire dall'analisi dell’evoluzione dell’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), esaminandone i principi di fondo e i contenuti specifici ai fini di una maggiore tutela della famiglia in base alla sua composizione e ai suoi carichi di cura.

Il progetto si è strutturato in tre linee di lavoro: 

1. Modificazioni dell’ISEE 

2. Stima della distribuzione dell’ISEE nelle famiglie lombarde 

3. Attività di supporto tecnico-scientifico nella prima fase di implementazione del Fattore Famiglia Lombardo. 

La prima linea di attività ha dato conto in modo dettagliato di come si sia modificato l’ISEE dalla sua introduzione sino alle innovazioni introdotte nel corso del 2019 a seguito della definitiva approvazione del Reddito di Cittadinanza (Rdc). 

L’analisi della distribuzione dell’ISEE in Lombardia è stata condotta sia sul dataset EUSILC 2017, di fonte ISTAT, sia su un dataset di Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) presentate nella regione Lombardia per il 2018, di fonte INPS. Rapportando i dati del campione EUSILC all’intera popolazione della regione Lombardia e suddividendole per fascia di ISEE, figura 2, si ha che il 47%, pari a 2.174.690 famiglie, ha un ISEE superiore a 35.000€; il 22% ha un ISEE inferiore a 20.000€, 1.017.940 famiglie. Il confronto tra le distribuzioni per classe di ISEE delle dichiarazioni DSU ordinarie con l’equivalente distribuzione ottenuta con l’elaborazione dei dati EUSILC, come ipotizzabile sono diametralmente opposte: la prima è decrescente al crescere del valore di ISEE, la seconda all’opposto è crescente. Il confronto suggerisce quali sono e potranno essere le famiglie che possono richiedere le agevolazioni concesse sulla base dell’ISEE e dimostra come le DSU costituiscano una ricca base di informazioni per avere un quadro sufficientemente esaustivo ma allo stesso tempo parziale della fragilità delle famiglie. 



Gruppo di lavoro

Direzione Generale Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità 

Gruppo di lavoro tecnico: Giovanna Corvetta 
Dirigente responsabile: Claudia Moneta 

PoliS-Lombardia 

Dirigente di riferimento: Raffaello Vignali
Project Leader: Guido Gay 

Gruppo di ricerca: 
- Dott. Maikol Furlani, Direttore Economics Living Lab (Spin Off Università di Verona) 
- Dott.ssa Mariangela Massella, area statistica Economics Living Lab (Spin Off Università di Verona) 
- Prof. Francesco Pecci, CEO Economics Living Lab (Spin Off Università di Verona) 
- Prof. Federico Perali, Responsabile Scientifico Economics Living Lab (Spin Off Università di Verona) 
- Dott. Remo Tantalo, area informatica Economics Living Lab (Spin Off Università di Verona) 

Committente: Regione Lombardia - Direzione Generale Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità 

Dati di pubblicazione: Rapporto finale, maggio 2020

Codice ricerca: 190706SOC 

Abstract e Executive Summary

Documento PDF - 782 KB

Presentazione

Documento PDF - 791 KB

18/05/2020