red-soc17003-poverta-lombardia-polis

Azioni
Caricamento...

La vulnerabilità alla povertà in Lombardia

Lo studio "La vulnerabilità alla povertà in Lombardia"  presenta l’analisi, la lettura e l’approfondimento di due tematiche, nell’ambito del territorio regionale lombardo:

  • quali sono i fattori che oggi possono influire sulla vulnerabilità alla povertà delle famiglie e come e quanto le dinamiche socio-economiche più recenti abbiano determinato un mutamento degli stessi rispetto al passato;
  • quali sono stati, nell’ambito delle iniziative di Housing First avviate da Regione Lombardia, gli interventi a più alto potenziale a favore delle persone senza fissa dimora e quali sono stati i benefici prodotti su tali soggetti, con particolare riferimento agli ambiti della salute, delle relazioni e del reinserimento in comunità.

Il rapporto si presenta suddiviso in due capitoli distinti:

 Il Capitolo 1 illustra i risultati dell’indagine diretta che ha coinvolto circa 1.500 famiglie lombarde, a cui è stato sottoposto un questionario di rilevazione teso ad analizzare i fattori prioritari che oggi influiscono sulla vulnerabilità alla povertà delle strutture famigliari, approfondendo gli elementi alla base del peggioramento delle condizioni di vita che colpisce numerosi nuclei e che potrà in previsione colpire una quota importante di popolazione.
In particolare, a partire dalla composizione del nucleo familiare si sono approfonditi tutti quegli elementi che sono legati alle condizioni lavorative, economiche, abitative ed educative dei componenti il nucleo stesso, per mettere in luce i principali fattori che influenzano oggi il rischio di povertà e quali tipologie familiari in Lombardia potrebbero esserne maggiormente coinvolte.

 Il Capitolo 2, dopo un approfondimento della letteratura nazionale e internazionale sul tema dell’Housing First, riporta una descrizione di tutti gli interventi avviati in Lombardia a seguito dell’emanazione del Bando regionale Housing First 2016 (D.g.r. 5 dicembre 2016 - n. X/5937). A partire dalla descrizione di tali interventi, nei comuni di Milano e di Bergamo sono quindi stati organizzati alcuni focus group con le Associazioni coinvolte, al fine di valutare la risposta fornita da ciascuna rispetto alle quattro sfide dell’Housing First: reinserimento delle persone senza dimora, de-istituzionalizzazione della grave marginalità, competenze degli operatori sociali coinvolti nella rete di servizi e, infine, integrazione di redditi a sostegno delle iniziative degli utenti.

Lo studio è stato affidato a PoliS-Lombardia dalla DG Politiche sociali, abitative e disabilità, nell'ambito del Piano delle ricerche di Regione Lombardia.



Dirigente responsabile Regione Lombardia: Giovanni Daverio, Direzione Generale Politiche sociali, abitative e Disabilità

Dirigente di riferimento PoliS-Lombardia: Paolo Pinna
Project Leader PoliS-Lombardia: Guido Gay
Gruppo di ricerca: Nomisma S.p.A. in collaborazione con il Dipartimento di sociologia e diritto dell’Università degli Studi di Bologna: Costanza Arlotti, Francesco Capobianco, Gianluigi Chiaro, Maria Cristina Perrelli Branca, Paola Piccioni (Nomisma S.p.A.); Maurizio Bergamaschi, Paola Lacarpia (UNIBO, Dipartimento di sociologia e diritto dell’economia) - Coordinamento: Luigi Scarola (Nomisma S.p.A.)

Committente: Regione Lombardia, Direzione Generale Politiche sociali, abitative e Disabilità
Dati di pubblicazione: Rapporto di ricerca, dicembre 2018
Codice ricerca: SOC17003

La vulnerabilità alla povertà in Lombardia

Documento PDF - 2,24 MB

26/02/2020