RLFrameworkMinisitiSearch

Azioni
Caricamento...

eve-20190916-aisre-polis

Azioni
Caricamento...

Partecipiamo a: XL Conferenza scientifica annuale dell’ A.I.S.Re

“Oltre le crisi: Rinnovamento, Ricostruzione e Sviluppo dei Territori” è il titolo della XL Conferenza scientifica annuale dell’Associazione Italiana di Scienze Regionali (A.I.S.Re), incontro che accoglie i contributi di studiosi provenienti da diverse discipline afferenti all’ambito delle scienze regionali. La Conferenza si è svolta al 16 al 18 settembre a L’Aquila.

Le tensioni socio-economiche provocate dalla recente crisi globale hanno richiesto ai sistemi territoriali risposte oltre la semplice resilienza, sollecitando strategie per il rinnovamento e la ricostruzione dei luoghi dove vivere e produrre che definissero una solida traiettoria di crescita e sviluppo. Tali strategie sono state richieste in particolare quando accanto ad una diffusa crisi economica si siano manifestati, in aggiunta, una serie di eventi configurabili come shock esogeni al sistema quali ad esempio le tensioni connesse alla gestione dei flussi migratori verso i paesi europei o il verificarsi di disastri naturali ed ambientali causati anche da terremoti e uragani, dal surriscaldamento globale o dall’attività umana, o, infine, il perpetrarsi di attacchi terroristici.

Un altro fenomeno che genera un diffuso clima di insicurezza legato alla condizione economico-finanziaria è rappresentato dall’accentuarsi dei divari economici e sociali tanto tra regioni quanto all’interno delle regioni stesse. Ciò ha portato all’affermarsi di policy volte essenzialmente alla chiusura dei confini, alla difesa dei livelli di benessere locali nonché a forti risentimenti anti-establishment anche a seguito della marginalizzazione di molte aree periferiche. La sfida della resilienza, storicamente e prevalentemente economica, diventa così più articolata e complessa, abbracciando al suo interno anche quella della resilienza sociale ad essa profondamente legata.

A fronte di questi eventi, i comportamenti dei territori appaiono fortemente eterogenei. Una delle questioni più rilevanti su cui le scienze regionali hanno avviato una profonda riflessione negli ultimi anni ruota attorno al perché alcuni luoghi, in conseguenza di un qualche tipo di shock, siano in grado di rinnovarsi e crescere, mentre altri restino frenati in uno stato di declino. Comprendere i fattori che influenzano la capacità di un luogo di reagire a un cambiamento più o meno inaspettato chiede di individuare i fattori che influenzano lo sviluppo territoriale, nonché le politiche e le strutture di governance che possano meglio avviare e/o facilitare il cambiamento.

Nella XL Conferenza annuale si è prestata particolare attenzione alle analisi, alle metodologie, alle proposte di politiche volte ad affrontare il tema della crescita e dello sviluppo dei territori a seguito della lunga recessione o di altri shock esterni, con particolare riferimento non solo alle specifiche risposte a tali eventi perturbanti, ma anche alle strategie di rinnovamento, adattamento e ricostruzione in chiave di sviluppo messe in atto a seguito dello shock.

 

PoliS-Lombardia ha partecipato in varie sessioni del programma (disponibile sul sito di Aisre al link https://www.aisre.it/conferenza-annuale/programma)  con 11 contributi.

Nello specifico:

  • La prospettiva Life Design nell’ambito della Polizia Locale della Lombardia: progettazione e sperimentazione di una metodologia psicosociale, di Carla Castelli (dirigente PoliS-Lombardia), Elisabetta Camussi, Daria Meneghetti, Chiara Annovazzi, Riccardo Rella.
  • Il bilancio di genere: un documento di supporto alle politiche pubbliche, di Silvia Maffi (borsista PoliS-Lombardia).
  • Benessere e crescita economica: l’indice di benessere economico sostenibile per la Lombardia, di Alberto Brugnoli, Antonio Dal Bianco (coordinatore di ricerca), Leonardo Cornago.
  • Specializzazione e produttività: le regioni italiane di fronte alla crisi, di Andra Califano(borsista PoliS-Lombardia), Antonio Dal Bianco (coordinatore di ricerca).
  • Diritti sociali e principio di solidarietà interregionale alla prova del regionalismo differenziato, di Claudia Bianca Ceffa (borsista PoliS-Lombardia).
  • Tutela delle risorse, economia circolare e sviluppo sostenibile. Il caso delle cave in Lombardia, di Marco Migliore (borsista PoliS-Lombardia).
  • Apprendistato ed Alta formazione in Lombardi, di Francesco Giubileo (borsista PoliS-Lombardia).
  • Un unico sistema di collocamento mirato per le persone con disabilità e le imprese in Regione Lombardia, di Federico Rappelli (coordinatore di ricerca), Alberto Vergani, Davide De Santis.
  • Gli strumenti di programmazione regionale alla prova dell’Agenda ONU 2030, di Antonio Dal Bianco (coordinatore di ricerca), Federica Signoretti (borsista PoliS-Lombardia), Alberto Vescovo.
  • Unioni di Comuni lombarde quali fattori hanno spinto i comuni ad unirsi? , di Antonio Dal Bianco (coordinatore di ricerca), Michele Lissia, Riccardo Secomandi, Federica Signoretti (borsista PoliS-Lombardia).
  • Verso la perimetrazione dei territori di montagna. Il percorso di Regione Lombardia, di Antonio Dal Bianco (coordinatore di ricerca), Riccardo Secomandi, Federica Signoretti (borsista PoliS-Lombardia).

23/09/2019